Great Wall
Suzuki
Toyota
Kia
 

Kia Motors

Kia Motors Comporation è una multinazionale coreana fondata nel  1944. Nel tempo, l’azienda ha saputo  ritagliarsi un ruolo sempre più importante  nel panorama automobilistico, attraverso la progettazione di modelli  capaci di rispondere alle complesse e articolate esigenze dei clienti moderni.

L’impegno e la costanza hanno premiato Kia e i numeri  lo dimostrano:  2,5 milioni di veicoli venduti a livello globale nel 2011 con un incremento del  18,4% rispetto all’anno precedente;  più di  2 milioni di auto prodotte in ben 15 siti produttivi  dislocati in 10 Paesi;  una rete di distributori e venditori capace di coprire 172 Paesi con oltre 47.000 dipendenti e ricavi annui che superano i 20 miliardi di dollari.

Fiore all’occhiello del marchio coreano è sicuramente il moderno impianto di Zilina (Slovacchia) nel quale robot ad alta efficienza assemblano auto sotto la supervisione di personale altamente qualificato. Il basso tasso di errori e l’ottimale impiego delle risorse hanno portato molti studiosi a Zilina a condurre ricerche per riprodurre le dinamiche vincenti anche in altri contesti.

Anche dal punto di vista del prodotto si è assistito, negli ultimi anni, a un totale rinnovamento della gamma la quale oggi non è solo completa in termini di copertura dei diversi segmenti di mercato, ma ha subito un’armonizzazione in termini di family feeling la cui espressione più immediata si riscontra nel frontale e nella griglia che accumuna i modelli.

Kia Motors  si differenzia anche per la sua presenza  in diverse manifestazioni internazionali,  è il major sponsor degli  Australian Open ed è partner ufficiale di FIFA— l’organismo  centrale di FIFA World Cup ™.

Lo slogan “Power to surprise” vuole rappresentare quello che è  l’impegno a livello globale di KIA : cercare di superare le aspettative dei consumatori  attraverso innovazioni automobilistiche.

Per maggiori informazioni sui successi internazionali di Kia Motors, visita il sito www.kiamotors.com 

 

La storia di KIA

Fondata alla fine della seconda guerra mondiale da Chul-Ho Kim per la produzione di componenti per biciclette, Kia produsse il suo primo mezzo a due ruote nel 1952 (il samcholli-ho) e questo resterà il prodotto di punta per i nove anni successivi.

Nel 1961 venne presentata la prima motocicletta C-100 e tre mesi dopo il motocarro a tre ruote K-360. Bisognerà aspettare ancora nove anni, e cioè il 1970 per la produzione della prima autovettura ovvero il modello 124 assemblato su licenza Fiat presso gli stabilimenti sud coreani della casa costruttrice. La Kia-Fiat 124[1] è stata prodotta fino al 1973 in 6.775 esemplari equipaggiati con un motore 1.2 a benzina di origini italiane erogante 65 cavalli. Il 30% dei componenti meccanici della 124 era stato riprogettato dagli ingegneri coreani per soddisfare maggiormente le esigenze della clientela coreana. Nel 1973 venne realizzato il primo motore a benzina per automobili mentre nel 1974 venne realizzata la prima grande berlina con la quale Kia incominciò a varcare i confini coreani nel 1975. Tre anni dopo venne presentato il suo primo motore diesel e l'anno successivo, su licenza di Peugeot e di Fiat, vennero prodotti rispettivamente i modelli Peugeot 604 e Fiat 132.

Gli anni ottanta diedero la svolta all'azienda, prima con la produzione propria di un veicolo commerciale, il Bongo da una tonnellata di portata, in seguito venne avviata una partnership con la giapponese Mazda per la costruzione di un veicolo destinato principalmente all'agricoltura. Nel 1986 arrivò un nuovo importante azionista, la Ford che realizzava la sua “Festiva” negli stabilimenti Coreani della Kia per poi esportarla negli USA.

Nel 1997, dopo un periodo di grande espansione seguita da una crisi profonda collegata a quella che ha colpito il Sud Est Asiatico, l'azienda dovette dichiarare bancarotta e venne acquistata l'anno successivo da quella che era una delle sue agguerrite concorrenti, la Hyundai, rappresentando ora il marchio glamour ed elegante del gruppo.

Rimani in contatto con noi

1+2=
Nome:
Email: